Telefono : +39 02 43319223 | Fax: +39 02 48513353 | Email: info@devital.it

VIDEO REGISTRAZIONI


Questa pubblicazione è stata possibile grazie al contributo incondizionato di

Razionale scientifico

L’insufficienza cardiaca rappresenta una patologia emergente, stimandosi un incremento notevole nel prossimo futuro dovuto alla aumentata sopravvivenza della popolazione ed al miglioramento della prognosi nei pazienti con cardiopatia ischemica. Nonostante numerosi progressi farmacologici e non farmacologici la mortalità rimane alta. Ed ancora più impattante appare la morbilità dei pazienti caratterizzata soprattutto dalle ripetute ospedalizzazioni che gravano sostanzialmente anche sui costi sanitari, oltre ad impattare sfavorevolmente la qualità di vita.
Vi è dunque la necessità di ridurre la incidenza di nuova insufficienza cardiaca agendo sui fattori di rischio in prevenzione primaria ed ottimizzando le terapie nei pazienti con cardiopatia ischemica. Parallelamente, si rende fondamentale nella gestione dell’insufficienza cardiaca un pronto riconoscimento ed il trattamento delle comorbidità, in particolare delle componenti metabolica e renale che impattano significativamente sulla progressione della malattia e sulla prognosi a lungo termine.
In aggiunta, la presenza di nuovi presidi terapeutici farmacologici e non farmacologici è in grado di ridurre la morbilità dei pazienti, ed andrebbe tuttavia significativamente implementata.
Scopo del convegno sarà quello di fornire un aggiornamento sulla insufficienza cardiaca, dalla prevenzione al trattamento dei pazienti con insufficienza cardiaca cronica, fino alla gestione delle forme end‐stage, con particolare focus sulla protezione integrata cardio‐nefro‐metabolica, alla luce delle nuove opportunità terapeutiche.

SESSIONE I

LE NUOVE FRONTIERE DELLA TERAPIA ANTILIPIDICA (PARTE 1): 
I BISOGNI CLINICI ALLA LUCE DEI NUOVI TARGET LIPIDICI

Moderatori: Francesco Fedele (Roma), Franco Rossi (Napoli)

Oltre le Linee Guida: la terapia di combinazione come prima scelta terapeutica nel paziente a rischio alto e molto alto
Francesco Giallauria (Napoli)

Acido bempedoico: efficacia clinica e sicurezza
Claudio Ferri (L’Aquila)

La precocità della riduzione lipidica nei pazienti con SCA: il ruolo dei PCSK9 inibitori
Paolo Calabrò (Caserta)

Gli studi Heymans e Da Vinci e la sfida dei nuovi target lipidici
Paola Gargiulo (Napoli)

Discussione

SESSIONE II

LE NUOVE FRONTIERE DELLA TERAPIA ANTILIPIDICA (PARTE 2):
LE OPPORTUNITÀ TERAPEUTICHE

Moderatori: Edoardo Bossone (Napoli), Giuseppe Mercuro (Cagliari)

Meccanismo di azione e dati clinici di inclisiran
Giuseppe Musumeci (Torino)

Acidi grassi e icosapent per la riduzione del rischio cardiovascolare
Savina Nodari (Brescia)

Ipercolesterolemia familiare e le nuove opportunità terapeutiche: lomitapide ed evinacumab
Maurizio Averna (Palermo)

Lipoproteina A: sarà un nuovo target terapeutico? Basi fisiopatologiche e dati clinici
Paolo Golino (Napoli)

Discussione

SESSIONE III

IL PAZIENTE IPERTESO COMPLESSO

Moderatori: Nicola Maurea (Napoli), Marino Scherillo (Benevento)

Il paziente iperteso e dislipidemico e il ruolo delle terapie di combinazione antilipidica e antipertensiva
Massimo Volpe (Roma)

La terapia antipertensiva nel paziente anziano o fragile
Giovambattista Desideri (L’Aquila)

Esiste ancora uno spazio per la denervazione renale?
Giovanni Esposito (Napoli)

Obesità, da fattore di rischio a malattia: i presupposti fisiopatologici dello studio SELECT
Katherine Esposito (Napoli)

Discussione

SESSIONE IV

CARDIOPATIA ISCHEMICA

Moderatori: Furio Colivicchi (Roma), Franco Romeo (Roma)

Il ruolo della TC coronarica nel paziente asintomatico
Santo Dellegrottaglie (Acerra ‐ NA)

È cambiato qualcosa dopo lo studio ISCHEMIA?
Gennaro Galasso (Salerno)

La terapia farmacologica ottimale dell’angina e i limiti delle Linee Guida
Francesco Barillà (Roma)

Quanto conta la vitalità miocardica nella rivascolarizzazione del paziente con disfunzione ventricolare ischemica?
Molto: Alberto Margonato (Milano)
Poco: Alfredo Galassi (Palermo)

Discussione

SESSIONE V

TRATTAMENTO ANTIPIASTRINICO E ANTICOAGULANTE NEL PAZIENTE AD ALTO RISCHIO

Moderatori: Filippo Crea (Roma), Ciro Indolfi (Catanzaro)

La strategia TWILIGHT ha un impatto nella pratica clinica?
Lorenzo Plinio Cirillo (Napoli)

Il paziente PAD e CAD e gli scenari clinici emergenti dopo l’introduzione della strategia COMPASS
Eugenio Stabile (Napoli)

Il trattamento delle emorragie nei pazienti in terapia con DOAC
Antonio Rapacciuolo (Napoli)

Discussione

SESSIONE VI

L’ASSE CARDIO‐NEFRO‐METABOLICO

Moderatori: Vincenzo Montemurro (Scilla ‐ RC), Raffaele Napoli (Napoli)

L’ottimizzazione della terapia antiglicemica
FAndrea Giaccari (Roma)

Lo studio CAPTURE ed il concetto di early treatment nel paziente diabetico
Giuseppina Russo (Messina)

Perché gli SGLT2 inibitori prevengono lo scompenso cardiaco?
Angelo Avogaro (Padova)

Meccanismi di protezione renale dei GLP1 agonisti e degli SGLT2 inibitori
Roberto Pontremoli (Genova)

SESSIONE VII

INSUFFICIENZA CARDIACA

Moderatori: Antonello Cittadini (Napoli), Marco Metra (Brescia)

Le nuove linee guida ESC e l’impatto nella pratica clinica
Marco Metra (Brescia)

La terapia di inizio nel paziente de novo
Michele Senni (Bergamo)

Il ruolo dei beta bloccanti nel paziente cronico o riacutizzato
Massimo Iacoviello (Foggia)

Il paziente riacutizzato ed il ruolo degli agonisti della guanilato ciclasi e di omecantiv mecarbil
Giuseppe Rosano (Londra)

I farmaci per il trattamento della iperpotassiemia e l’impatto nello scompenso cardiaco
Maurizio Volterrani (Roma)

Il ferro carbossimaltosio e la riduzione dei ricoveri nel paziente con scompenso cardiaco
Stefania Paolillo (Napoli)

Amiloidosi cardiaca
Claudio Rapezzi (Ferrara)

SESSIONE VIII

UN ANNO DI TRIALS

Moderatori: Cinzia Perrino (Napoli), Giovanni Zito (Pompei ‐ NA)

Sindromi coronariche acute
Emanuele Barbato (Napoli)

Trattamento percutaneo delle patologie valvolari
Emilio di Lorenzo (Avellino)

Terapia anti‐infiammatoria del rischio cardiovascolare
Carmen Spaccarotella (Catanzaro)

Gli SGLT2 inibitori nello scompenso cardiaco a frazione di eiezione preservata
Roberta Montisci (Cagliari)

Discussione

Chiusura dei lavori

Faculty

Averna Maurizio, Palermo
Avogaro Angelo, Padova
Barbato Emanuele, Napoli
Barillà Francesco, Roma
Bossone Eduardo, Napoli
Calabrò Paolo, Caserta
Cirillo Plinio, Napoli
Cittadini Antonello, Napoli
Colivicchi Furio, Roma
Crea Filippo, Roma
Dellegrottaglie Santo, Acerra (Na)
Desideri Giovambattista, L’Aquila
Di Lorenzo Emilio, Avellino
Esposito Giovanni, Napoli
Esposito Katherine, Napoli
Fedele Francesco, Roma
Ferri Claudio, L’Aquila
Galassi Alfredo, Palermo
Galasso Gennaro, Salerno
Gargiulo Paola, Napoli
Giaccari Andrea, Roma
Giallauria Francesco, Napoli
Golino Paolo, Napoli
Iacoviello Massimo, Foggia
Indolfi Ciro, Catanzaro
Margonato Alberto, Milano
Maurea Nicola, Napoli
Mercuro Giuseppe, Cagliari
Metra Marco, Brescia
Montemurro Vincenzo, Scilla (Rc)
Montisci Roberta, Cagliari
Musumeci Giuseppe, Torino
Napoli Raffaele, Napoli
Nodari Savina, Brescia
Paolillo Stefania, Napoli
Perrino Cinzia, Napoli
Perrone Filardi Pasquale, Napoli
Pontremoli Roberto, Genova
Rapacciuolo Antonio, Napoli
Rapezzi Claudio, Ferrara
Romeo Francesco, Roma
Rosano Giuseppe, Londra
Rossi Francesco, Napoli
Russo Giuseppina, Messina
Scherillo Marino, Benevento
Senni Michele, Bergamo
Spaccarotella Carmen, Catanzaro
Stabile Eugenio, Potenza
Volpe Massimo, Roma
Volterrani Maurizio, Roma
Zito Giovanni, Pompei (Na)


Condividi sui social