Telefono : +39 02 43319223 | Fax: +39 02 48513353 | Email: info@devital.it

IL RUOLO DEL FARMACISTA NELLA GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE LEGATE AL BENESSERE VAGINALE:  DALLE INFEZIONI ALL’ATROFIA

Video Introduttivo

Dott.ssa Rossella E. Nappi

Razionale scientifico
 

L’età menopausale rappresenta un periodo fondamentale sul versante della prevenzione metabolica e vascolare. Il ginecologo è spesso chiamato a riconoscere i principali fattori di rischio per la salute femminile futura ed a gestirli nell’ottica di ritardare il più possibile il manifestarsi delle principali patologie, agisce insomma su situazioni di pre-malattia quali per esempio l’incremento ponderale, il cambiamento della forma fisica, i sintomi vasomotori, il rialzo dei valori di pressione arteriosa e dei parametri metabolici.
In questa ottica il percorso formativo si propone di esplorare il ruolo del cambiamento del microbiota nel condizionare globalmente la salute della donna in età menopausale, di analizzare i fenotipi clinici più a rischio cardio-metabolico sulla base della storia ginecologica ed ostetrica, di evidenziare il valore terapeutico della dieta e dell’esercizio fisico per una longevità in salute e di analizzare alla luce delle più recenti linee guida tutte quelle situazioni che nella pratica ambulatoriale possono essere gestite avvalendosi di strategie non ormonali.
È davvero importante acquisire competenze teoriche-pratiche da applicare nella routine di prevenzione primaria. Infatti il ruolo del ginecologo moderno è cambiato ed è proprio nella sua capacità di essere al fianco della salute della donna a tutto tondo, ben oltre la sfera riproduttiva, che può fare la differenza.


Condividi sui social

 
Alfasigma Sponsor incondizionante Infezioni Vaginali

Riferimenti ECM

  • Obiettivo formativo nazionale
    N. 2: Linee guida - protocolli - procedure.
  • Figure accreditate e discipline
    Medico Chirurgo (Ginecologia e ostetricia)
  • ID evento
    in fase di accreditamento
  • N. crediti formativi assegnati

Prevenzione del rischio cardio-metabolico in menopausa